I superfood cosa sono? Lo spiega Cracco: il buono che fa bene. Come le San Carlo?

Avatar
3 Febbraio 2018
2798 Visualizzazioni

Carlo Cracco è uno dei migliori interpreti della cucina d’autore. Star di Masterchef, della mitologica Guida Michelin, dell’editoria grazie a best-seller dai titoli roboanti quali Se vuoi fare il figo usa lo scalogno. E ora è anche il profeta del “buono che fa bene”. I superfood cosa sono? Forse le patatine San Carlo…

Qual è il segreto di tanto e tale successo? La capacità di creare accostamenti apparentemente riluttanti quali, ad esempio, l’abbinata ostriche, rognone e liquirizia. Veri e propri giochi d’azzardo che, alla fine, hanno premiato la fantasia culinaria di questo vicentino dalla fama internazionale (molto prima che ci domandassimo i superfood cosa sono).

Il divin Carlo, infatti, è un istrionico talento difficile da catalogare; uno chef che crea spaghetti 2.0 con tuorlo d’uovo marinato (andando così a sconvolgere il debole psico equilibrio italiota che vede nello spaghetto di semola di grano un dogma intoccabile); una uomo d’azzardo che propone a un milanese “la milano sbagliata”: ovvero una cotoletta mezza impanata e mezza no…

I superfood cosa sono? Ce lo spiega Cracco che, carpendo al volo l’ondata mistico-culinaria che li ha portati alla ribalta, pubblica: “Il buono che fa bene. La cucina della salute interpretata da un grande chef. 60 nuove ricette per 12 superfood”.

Ecco allora che impara, e spende a piene mani, parole quali ingredienti nutraceutici, zenzero, curcuma… perché:

«Quando diciamo che la cucina è un piacere, lo è in una visione a trecentosessanta gradi. L’obiettivo è stare bene, e questo stare bene parte dai sensi e poi arriva al cuore, ma in mezzo è in gioco la nostra salute.» – Carlo Cracco

Fonte

E noi millennial, attenti all’alimentazione, al green, al bio e al veg, ti diamo ragione – o divin Carlo – ma ti chiediamo anche… e le patatine San Carlo, in tutto ciò, che fine hanno fatto?

Perché noi millenial, o Carlo, non saremo dei fulmini di guerra come te in cucina ma la memoria, o divo, ce l’abbiamo e anche lunga anche se non prepariamo panacee in casseruola.

Dopo aver scoperto i superfood cosa sono, LEGGI ANCHE: Rimedi hangover, a parte decapitarti? Nel post-sbronza il tuo migliore amico ha le spine