fbpx

Ronaldo, Pelé, Bican: chi è il più grande goleador di tutti i tempi?

8 Febbraio 2021
793 Visualizzazioni

Il Real Madrid martedì sera su Twitter, mercoledì mattina Marca a tutta pagina.

Nei giorni scorsi la squadra di calcio più titolata al mondo e il quotidiano più diffuso in Spagna hanno celebrato quasi in simbiosi Cristiano Ronaldo, che martedì 2 febbraio 2021 ha raggiunto la stratosferica cifra di 763 gol in carriera; sabato 6 febbraio sono già diventati 764.

Per Real e per Marca non ci sono dubbi: Cristiano è «el máximo goleador de la historia». I millennial annuiscono in coro, a parte i fan di Messi, che sperano che la pulga superi prima o poi CR7, e gli anti-juventini, che hanno smesso di applaudirlo quando nell’estate 2018 è arrivato in bianconero, pochi mesi dopo essersi spellati le mani per applaudire la sua pazzesca rovesciata realizzata proprio allo Juventus Stadium.

Davvero Ronaldo è il numero uno anche in questo caso? Le cose stanno davvero così? Nessuno può affermarlo con certezza. I competitor per questo primato – che sarà platonico ma che tanto platonico non è – sono due: Bican e Pelé; per entrambi non esistono dati certi e inoppugnabili, in quanto nel secolo scorso le statistiche erano aggiornate senza criteri particolarmente univoci, così come non esiste una classifica ufficiale mondiale che tenga conto dei gol segnati in partite ufficiali (squadre di club + nazionali).

Quanti gol ha fatto Pelé? E quanti Bican?

Per Josep Bican (1913-2001), nato in Austria e poi naturalizzato cecoslovacco, è intervenuta subito la Federazione Ceka con un tweet, nel quale puntualizzava che i gol del centravanti mitteleuropeo sono 821. Pelé ha messo le cose in chiaro da solo, specificando sui suoi profili social che le sue reti in totale sono 1.283; il Guiness dei Primati – per quello che può valere – gliene ascrive 1.279, probabilmente includendo le partite amichevoli o con le giovanili.

Assai celebrato in particolare il suo millesimo gol, un rigore tirato per il Santos al Maracanà di Rio De Jainero nel 1969, esecuzione che richiese mezz’ora di tempo tra festeggiamenti preventivi, assembramenti di telecamere e fotografici. Con i telefonini attuali, ci sarebbe stata come minimo un’invasione di campo per la caccia al selfie e con tutta probabilità il rigore non sarebbe stato mai tirato.

Ricordando che i record individuali – non i trofei vinti – negli sport di squadra lasciano il tempo che trovano, va benissimo resti un alone di incertezza eterno su questa ipotetica classifica, lo stesso che circonda le discussioni su chi sia stato il più grande calciatore di tutti i tempi, argomento che abbiamo trattato in un precedente articolo.

Tutti i record di Cristiano Ronaldo

Senza dimenticare ci sono tanti primati che Cristiano Ronaldo punta a battere o ad eguagliare: su tutto e su tutti arrivare a vincere almeno 6 Champions League, in modo da raggiungere la leggenda madrilista Gento; se poi battesse Messi e i suoi palloni d’oro e diventasse il più grande goleador di sempre di tutte le nazionali, non sarebbe certo dispiaciuto. Per ora i Palloni d’Oro sono cinque (sei quelli di Messi), i gol segnati con il Portogallo 102; lo separano soltanto sette reti dall’iraniano Ali Daei.

Una classifica che farà sicuramente storcere il naso a parecchi, visto che nei primi dieci posti a parte leggende indiscusse come CR7, Puskas a Pelé, ci sono attaccanti di nazioni non proprio da top ranking della FIFA, ovvero Etiopia, Zambia, Iraq e Malesia. Decisamente più intrigante la classifica dei migliori marcatori di sempre in Champions League: al primo posto e al secondo posto – indovinate un po’ – Ronaldo con 135 gol, a seguire Leo Messi con 118. Due millennial semplicemente eccezionali.

Leggi anche: