5 format trash orribilmente meravigliosi

Avatar
10 Luglio 2020
312 Visualizzazioni

Alzi la mano chi non ha mai cliccato su “Avvia” facendosi tentare dall’anteprima di un format palesemente trash.

Sapete qual è la migliore giustificazione per vederlo? Che stiamo aspettando qualcuno per concludere la nostra serie preferita e nel frattempo dobbiamo distrarci. Cosa c’è di meglio di un guilty (ma veramente guilty) pleasure come una serie tv trash o un film, da cominciare e poi abbandonare senza rimpianto?

Attenzione però perché a volte potreste comunque cadere nella spirale del binge watching trash!

  1. Just Tattoo of Us. In onda su MTV questa serie si basa sui tatuaggi. Una coppia di amici, partner o colleghi va a farsi fare un tatuaggio ma… ognuno sceglie quello del malcapitato compagno. Naturalmente i due non vedranno il tatuaggio se non a opera completata. Inutile dire che essendo qualcosa di quasi irreversibile, le reazioni ai tatuaggi osceni sono spesso isteriche. Il concept di questa serie è totalmente assurdo, perché spesso le coppie sono costituite da persone desiderose di vendicarsi dell’altro o di fargli uno scherzo. Chi sano di mente accetterebbe?
  2. Selling Sunset. (Netflix) Fratello della reality serie The Hills e figlio dello stesso produttore, Adam DiVello, questo format ha per protagoniste cinque agenti immobiliari e i loro capi gemelli. Trovandosi a Los Angeles trattano solo case milionarie e la loro vita è un coacervo di liti e drammi (più o meno veri). Sconsigliato se siete agenti immobiliari, perché potreste rosicarvi il fegato per l’entità delle provvigioni che vedrete sullo schermo. Consigliato per vedere bellissime case, anche se l’eccesso silicone sulle agenti immobiliari potrebbe tramortirvi.
  3. Cooked with cannabis/ Fatto con la cannabis (su Netflix).Nata dai sogni proibiti di qualche amante della marjuana, questa serie è una gara di cucina tra tre cuochi. Sebbene lo scopo della gara sia modulare gli effetti dei cannabinoidi, che i cuochi dosano di portata in portata, il risultato è quasi sempre una tavolata di commensali strafatti a fine cena. Il rischio noia è dietro l’angolo ma le prime puntate sono sopportabili.
  4. Eurovision Song Contest – La storia dei Fire Saga. Lars Erickssong (Will Ferrel) sogna sin da bambino di andare all’Eurovision Song Contest. Gli anni però passano e lui si esibisce nel pub del paese insieme a Sigrit (Rachel McAdams), che è segretamente innamorata di lui. I due, benché sfavoriti e in modo fortuito, diventano i candidati islandesi all’Eurovision con la canzone Double Trouble.Una volta arrivati alla gara però dovranno fare i conti con un nemico determinato a stravincere e pure con la gelosia. Parodico e anche abbastanza trash, questo film è da guardare senza impegno giusto per farsi due risate.
  5. Temptation Island. Come ogni hanno la dose di trash settimanale è concessa anche a chi non abbia la pay-tv. Sebbene tutti dicano di schifarlo, questo reality è commentatissimo in spiaggia. Si consiglia di guardarlo al massimo per dieci minuti, perché il rischio annichilimento totale è dietro l’angolo.

Leggi anche: