fbpx

2021, i primi millennial diventano 40enni: quindi vecchi per i colloqui di lavoro

1 Gennaio 2021
712 Visualizzazioni

Il 1° gennaio 2021 è una data simbolica, perché rappresenta per molti un giro di boa.

I millennial più anziani, quelli nati nel 1981, compiranno 40 anni. Sarà l’anno degli “anta” per Alicia Keys, Natalie Portman, Jonathan Taylor Thomas, Elijah Wood, Justin Timberlake e Chris Evans.

Non per loro, personaggi famosi, ma per molti loro coetanei potrebbero spalancarsi anche le porte della discriminazione basata sull’età. Sembra assurdo che una generazione che nell’immaginario collettivo incarna la giovinezza venga discriminata per l’età, ma una ricerca afferma che è proprio così, in particolare modo per le donne. 

Recessione fa rima con discriminazione

Una ricerca condotta da alcuni economisti dell’Università della California e dell’Università di Liverpool afferma che le donne con più di 50 anni ricevono un numero significativamente inferiore di risposte alle domande di lavoro rispetto ai loro coetanei più giovani. Se poi si è di colore la situazione peggiora.

Inoltre eventi come le recessioni creano un terreno fertile per la discriminazione: con un elevato numero di persone disoccupate, i datori di lavoro possono permettersi di ignorare i lavoratori di intere fasce di popolazione. La recessione che accompagna la pandemia da Coronavirus non fa eccezione.

Per questo motivo già a partire dai 40 anni si comincia a essere considerati vecchi. Specialmente quando si è donna. Addirittura, in alcuni casi, i curriculum di donne sopra i 36 anni vengono difficilmente presi in considerazione. 

Donne meno flessibili e uomini meno tecnologici?

Uno dei motivi che spingono i datori di lavoro a discriminare le over 40 è che spesso a quell’età le donne hanno figli in età scolare e per questo sono meno disponibili alla flessibilità oraria o al lavoro su turni. E poi perché i lavoratori più avanti con gli anni, oltre che inflessibili, sono considerati meno prestanti fisicamente e meno avvezzi alla tecnologia.

E pensare che Mark Zuckerberg il prossimo mese di maggio compie 37 anni, e il fondatore di Tik Tok, ad aprile ne compirà 38.

Leggi anche: