Sono Giapponese! Lesson 32. Come mangiare sushi e come ordinare per imitare i giapponesi imbruttiti

6 maggio 2018
23 Condivisioni 357 Visualizzazioni

Come mangiare sushi e come ordinare per sbalordire le cameriere giapponesi? Ecco 5 frasette onorevoli da imparare a memoria se volete fare una bella figura da Millennial emancipati.

 

Ecco che il vostro ragazzo giapponese, cioè io, vi spiega cose pregevoli. Mentre guardavo su fb dei video del Milanese Imbruttito – la mia fonte di assoluto dell’italiano, ovvio! – mi è venuta l’idea di introdurvi questi 5 prefissi in modo che voi possiate fare una onorevole figura di fronte alle ragazze giapponesi, magari belle e carine, che lavorano in ristoranti giapponesi, esprimendo con bravura verbale che voi siete contenti delle loro pietanze. Solo 5 prefissi e non oltre. Se qualcuno di voi è incapace di capire financo cosa sia “prefisso”, CIAO. Ecco come mangiare sushi e come ordinare per sbalordire i camerieri giapponesi:

 

“Kore koso”

Si usa come “Kore koso Iciban (Iciban=numero uno)”, quindi aggiungendosi a un’espressione per apprezzare qualcosa, puoi mettere l’enfasi. Letteralmente potrebbe andare tradotta “Questo sì che…” o una roba del genere. Tant’è vero che non si tratti di un prefisso, linguisticamente. Ne sono consapevole e l’ho detto per convenienza come fate voi italiani occhi a buco, dai.

 

“Makotoni”

Significa “Veramente”, ma in versione classica. Nel senso, si tratta di un modo di dire da signori oppure in situzioni ufficiali. La gente in giro invece lo dicono “Hontoni” anzichè “Makotoni”. Come si usa? Semplice. Agganciatelo davanti alla famosissima parola, “Oishii” cioè Buono. Insomma, per dire “Veramente buono” oppure “Buonissimo”, vi serve questo prefisso.

 

“Bikkuri suru kurai”

Diversamente dai due precedenti, questo vi fa sembrare simpaticone tra l’altro. “Bikkuri”, sopresa o essere basito, è infatti la parola che mi ha colpito quando un ragazzo italiano mi ha detto gli piaceva sta parola più che altro, come parola giapponese. Facilissimo pronunciare e significato simpatico erano le sue ragioni. Ahahah. Dunque, “Bikkuri suru kurai” significa “al punto da poter sorprendermi”, cioè “a livello sorprendente”. Lo potete usare tipo “Bikkuri suru kurai Oishii”.

 

“Yabai”

Se siete un po’ annoiati a sentire solo delle parole ed espressioni “tradizionali”, “banali” e “già sentite mille volte”, ecco questi ultimi due potranno catturare meglio la vostra attenzione. Sono tra l’altro da Millennial, se voi stessi non lo siate più e anzi siete vicini all’onorevole nulla eterno. Ahahah. Scherzo.

Tornando al dunque, “Yabai” significa semplicemente “Molto”, “Tanto” quindi a sé stante significa il livello di qualcosa e non dice nemmeno se si tratti di un significato positivo o meno. Beh, allora come usano i millennial giapponesi? Cercano di capire, nell’aria tra l’altro, in che senso ha usato il suo amico sta parola in un determinato contesto davanti a loro.

Detto questo, anche voi potrete usare solo questa parola, “Yabai” quando vedete qualcosa e anche qualcuno. Va benissimo se lo usate tipo “Yabai. Oishii.” Non va trascurato però che i giapponesi di buona cultura ti guardano male, se voi usate sta parola da Millennial mentre voi stessi non lo sembrate. Ocio!

 

“Meccia”

Anche questo significa “Molto” e “Tanto”. Ma ha origine nella zona Kansai, cioè Osaka, Kyoto, e Kobe, per chi non lo sapesse. Una volta si usava solo lì, ma ad un certo punto ha iniziato ad andare a ruba per le ragazze di scuola superiore e anche alla TV. Dopodiché ha preso piede un po’ dapperutto in tutti. Si usa quindi allo stesso modo della “Yabai”. Una piccola differenza sta nella sfumatura di ciascuno. “Meccia” ha una sfumatura più simpatica e quindi carina tendenzialmente, forse perché deriva appunto da un dialetto e non dal giapponese tokionese, che è simpatico come sacro istrice che vuol fare supposta.

Ok, a proposito di come mangiare sushi e come ordinare per imitare giapponesi imbruttiti è tutto.  Vi saluto e vi auguro di non prendere anisakis. Ciaone!

 

LEGGI ANCHE: Sono Giapponese! Lesson 30. I cervi giapponesi sono come essere divino che attacca chi li nutre. Ma che, sono impazziti?!

Sono Giapponese! Lesson 29. Giappone: donne sottomesse agli uomini? Macché, ora invadono il Sumo!

Elon Musk: oh, comunque sto costruendo un drago cyborg. Ci manca solo Ue Raga!

Potrebbe interessarti

Da Ottaviano alla vodka alla pesca: il falò di ferragosto e il tracollo di una civiltà
News
3 visualizzazioni
News
3 visualizzazioni

Da Ottaviano alla vodka alla pesca: il falò di ferragosto e il tracollo di una civiltà

Mordeicani Richler - 14 agosto 2018

All'inizio il falò di ferragosto era un'ode agli dei contro gli spiriti maligni, poi fu la festa dell'Assunzione di Maria,…

Perché “Una vita in vacanza” è la canzone del reddito di cittadinanza
Cultura
14 visualizzazioni
Cultura
14 visualizzazioni

Perché “Una vita in vacanza” è la canzone del reddito di cittadinanza

Mordeicani Richler - 14 agosto 2018

Hai voglia a dire sono solo canzonette, il tormentone estivo degli Stato Sociale, Una vita in vacanza, è puro pensiero…

Sono Giapponese! Lesson 43: Che cos’è la festa Obon, dove il turista scopre il vuoto cosmico
Appuntamenti
24 visualizzazioni
Appuntamenti
24 visualizzazioni

Sono Giapponese! Lesson 43: Che cos’è la festa Obon, dove il turista scopre il vuoto cosmico

Kentaro Hara - 13 agosto 2018

Allerta Possibili Negozi e Ristoranti CHIUSI in Giappone. Ma per quale motivo? E a che santo dovete voi, turisti presenti…