Catalogo dei MILLENNIAL #65: Lucia Azzolina. La tua enciclopedia dei millennial

Avatar
14 Gennaio 2020
1417 Visualizzazioni

Chi è Lucia Azzolina, la ministra millennial accusata di plagio

NOME Lucia Azzolina
LUOGO NASCITA Siracusa
DATA NASCITA 25 agosto 1982
SETTORE Politica
NAZIONALITÀ Italiana
MILLENNIAL FACTOR Precaria, Stakanovista

Chi è

«C’è tanto da fare, ma è il lavoro più bello del mondo». Ha chiuso così il suo primo annuncio ufficiale – su Facebook naturalmente – da neo ministra dell’Istruzione. E come darle torto. A gennaio 2020 Lucia Azzolina si è ritrovata a capo del dicastero della scuola, dell’università e della ricerca quasi per caso dopo nemmeno due anni di vita parlamentare.

Proprio lei, che per tutta la sua esistenza aveva cullato il sogno di lavorare in quel mondo: tanto da lasciare la sua Sicilia, dove per i prof precari la ‘chiamata’ equivale a vincere un terno al lotto.

Docente di storia e filosofia, insegnante di sostegno e vincitrice del concorso per dirigente scolastico: nel curriculum di Lucia non si parla d’altro che di scuola. Anche se l’idea di stare seduta sulla cattedra più alta, quella del Miur, probabilmente non le aveva mai sfiorato la testa. Lei che tra l’altro che in Parlamento c’era arrivata solo perché ‘ripescata’ per via dell’esaurimento di candidati grillini in Campania.

La siracusana come molti dei suoi colleghi alla Camera dei Deputati e al Senato, è in qualche maniera frutto della strategia sbandierata fin dagli albori dal Movimento 5 Stelle: non professionisti della politica ma persone comuni in rappresentanza di persone comuni. Con tutte le conseguenze del caso.

Nello specifico, però, la ministra millennial sembra aver maturato una discreta esperienza sul campo. Merito del lavoro con gli studenti – è di ruolo a Biella dal 2014 – ma anche di quello con il sindacato dei docenti.

Non solo, le sue carte sono apparentemente in regola pure a livello accademico: oltre alla laurea in Storia della Filosofia all’Università di Catania, c’è la Scuola di specializzazione per l’insegnamento secondario – dove pare aver copiato parte della tesi, stando alle accuse di plagio pubblicate su La Repubblica – c’è la specializzazione per il sostegno a Pisa, e una seconda laurea in giurisprudenza a Pavia.

Prima della nuova nomina, Lucia Azzolina era stata sottosegretaria alla Scuola. In quella posizione era finita sotto l’attacco di molti suoi colleghi prof in disaccordo con ‘il decreto Scuola’. Le sue finestre social erano state bersagliate con insulti e, perfino, auguri di morte. Un clima pesante dal quale, considerando la sua ‘promozione’, la ministra millennial è uscita indenne.

Lucia Azzolina sui social:

Instagram
Facebook
Twitter

Leggi anche: