Catalogo dei MILLENNIAL #40 Rodrigo Alves (Ken Umano). La tua enciclopedia dei millennial

Avatar
6 Giugno 2019
1136 Visualizzazioni

Chi è Rodrigo Alves, il Ken Umano amato dai chirurghi estetici

NOME Rodrigo Alves
LUOGO NASCITA San Paolo (Brasile)
DATA NASCITA 23 luglio 1983
SETTORE Televisione
NAZIONALITÀ Brasiliana
MILLENNIAL FACTOR Iperconnesso, Globale, Narcisista

Chi è

Tenere il conto degli interventi di chirurgia estetica ai quali si è sottoposto sarebbe un lavoro arduo anche per l’Istat. Non solo per il numero altissimo di operazioni – oltre settanta – tanto che è entrato nei Guinness World Record ma anche perché in continuo aggiornamento e realizzate spesso in giro per il mondo. È per questo che Rodrigo Alves è paragonato oggi a un pupazzo di gomma, il fidanzato di Barbie: è il ‘Ken Umano’.

Questo ragazzo brasiliano di origini inglesi è senza dubbio un personaggio difficile da inquadrare. Sarebbe semplicissimo se il giudizio si limitasse al suo aspetto fisico: occhi innaturali, zigomi alti, altissimi, labbra rifatte che nascondono denti che sembrano neon bianco sgargiante. E poi un corpo ‘plasticoso’ con impianti di silicone sulle spalle e con pettorali e addominali di gomma.

Dietro quella figura tiratissima, in realtà, probabilmente si nasconde una persona che fa fatica ad accettare quel che è. Sembra la scoperta dell’acqua calda ma bisogna sottolinearlo proprio perché l’aspetto estremo del Ken Umano, generalmente, porta il filtro del giudizio a sentenze atroci e senza possibilità di appello.

Ci pensano, però, le sue parole a smontare ogni tesi (o far sorgere nuovi dubbi?). Nonostante le centinaia di migliaia di euro spese per finire sotto i ferri, a volte anche rischiando la vita, Alves ha detto: «Sono perfetto per i miei occhi, amo il mio aspetto e mi amo».

Rodrigo Alves, accostato dai giornali di gossip al noto chirurgo estetico Giacomo Urtis, avrebbe fatto coming out dopo essere diventato famoso per via delle varie apparizioni televisive per il suo aspetto: Grande Fratello, Ciao Darwin e da Barbara D’Urso in Italia.

Per questo millennial androgino l’Europa rappresenta una sorta di seconda casa: a completato gli studi a Londra e in Spagna avrebbe vasti possedimenti ereditati dalla famiglia. Un agio economico che permetterà al mito del Ken di carne, ossa, botulino e silicone di andare avanti nel suo progetto – quello appunto di assomigliare sempre più al pupazzo asessuato della Mattel – fino a quando la fantasia glielo permetterà.

Nessun limite: con il beneplacito del chirurgo estetico di turno e, pazienza, se nel frattempo, il vecchio Ippocrate si rivolterà nella sua tomba. Tanto il pubblico, è questa è una certezza, continuerà ad ammirare il millennial falotico.

Rodrigo Alves (Ken Umano) sui social:

Twitter
Facebook
Instagram

LEGGI I PROFILI DEGLI ALTRI MILLENNIAL:

Chi è Vincenzo Nibali, l’unico millennial italiano nel gotha del ciclismo

Chi è Taylor Mega, l’influencer più rifatta e disinibita del panorama italiano