Chi usa il perizoma? Un capo che si finge in salute ma sta segretamente sparendo.

19 settembre 2018
3 Condivisioni 320 Visualizzazioni

Chi usa il perizoma? Sempre meno ragazze Millennial, pare. Quantomeno in UK. Le passerelle sono invase da costumi interdentali. Ma, sotto, le ragazze portano sempre più spesso mutande senza cuciture (VPL in inglese).

 

 

Anche chi usa il perizoma oggi vanta una lunga e travagliata storia col proprio intimo. Problemi da ex adolescenti, millennial cresciute negli anni Ottanta – Novanta: nascondere le mutande, cancellare ogni segno a metà chiappa che potesse mettere in mostra il nostro sedere imperfetto. Ché poi a volte lo scopo era invece far notare quella striscia sottile sotto i pantaloni o una gonna aderente… o no? Far sorgere il dubbio tra i maschi della compagnia che non le indossassimo: “ma la Elena, secondo te, le porta le mutande?”. Certo che le portavamo…

 

Portare il perizoma è stato il gesto di emancipazione di un’intera generazione. Era gridare al mondo: “il sedere è mio e se non voglio metterlo in evidenza sono libera di farlo anche a costo di mettermi un filo interdentale tra le chiappe”.

Era anche un gesto per dimostrare che eravamo cresciute e che potevamo finalmente essere sexy. O almeno giocare a farlo.

Così siamo corse tutte a comprare stock di tanga e perizomi senza sapere, per anni, che differenza ci fosse tra i due. Ma ora ce ne siamo liberate: nel Regno Unito da Mark & Spenser le vendite di queste mutande sono in calo dal 2016 e oggi solo un paio di mutande su 10 vendute è di questo tipo. Chi usa il perizoma pare una specie a rischio d’estinzione. Una stranezza che ha colto il quotidiano The Guardian che ha dedicato al tema un articolo sul suo sito proprio nei giorni scorsi.

 

Fa notare la giornalista Zoe Williams che è anche cambiato il suo uso: nato per nascondere, oggi se porti il perizoma è per farlo vedere e le passerelle sono state invase da costumi sempre più mini. Ma sotto, nascoste da vestiti più o meno aderenti, oggi noi ragazze portiamo sempre di più mutande senza cuciture (VPL in inglese). In microfibra, cosiddette invisibili.

 

Non chiamatele alla Bridget Jones, possono essere molto sensuali, anche se lasciano scoperte meno pelle. Anche perché, detto da una vecchia Millennial, la sensualità di una donna passa da ben altro che dalle mutande… quanti uomini vi hanno fatto i complimenti per la biancheria? Scompare talmente in fretta che a quel punto è meglio indossarla comoda!

 

LEGGI ANCHE:

Miss Italia 2018: è la millennial Carlotta Maggiorana. E ha un Instagram di m…

Millennial nostalgia: quali sono le canzoni più fighe della provincia italiana?

Cosa bere fuori con le tue amiche

L’aristocrazia di Instagram si ribellerà a una spunta blu più democratica?

 

Potrebbe interessarti

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno
Moda
7 condivisioni70 visualizzazioni
Moda
7 condivisioni70 visualizzazioni

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno

Consuelo Crespi - 20 ottobre 2018

Le scarpe V design sono un connubio di lusso e minimalismo, e un ritorno all’artigianalità italiana. Per Millennial che, al…

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  
Cultura
2 condivisioni54 visualizzazioni
Cultura
2 condivisioni54 visualizzazioni

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  

Consuelo Crespi - 19 ottobre 2018

Questa mattina mi sono svegliata e, scrollando le varie pagine social, una notizia spaventosa mi è capitata davanti agli occhi. “NIRVANA REUNITED”, con l’immagine…

Euforia, il nuovo film di Valeria Golino: il coitus interruptus della morte
Arte
2 condivisioni59 visualizzazioni
Arte
2 condivisioni59 visualizzazioni

Euforia, il nuovo film di Valeria Golino: il coitus interruptus della morte

Valeria Mangano - 19 ottobre 2018

Euforia è il nuovo film di Valeria Golino, seconda opera dopo l’esordio alla regia con Miele (2013). Se state immaginando…