I 7 film che hanno predetto il futuro tra il 1990 e il 2002 (evviva il 1997!)

13 settembre 2018
1 Condivisioni 96 Visualizzazioni

Tra il 1990 e i primi anni 2000 molti sono stati i  film che hanno previsto il futuro del nostro stile di vita. Eccone 7 che hanno lasciato il segno nei millennial

1997: le sigarette di Bruce Willis ne Il Quinto Elemento

Bruce Willis, di prima mattina, come i più accaniti fumatori, si accende una sigaretta. Accade nel film Il Quinto elemento del 1997 per la regia di Luc Besson. Nei panni di Korben Dallas, Bruce fuma sigarette che somigliano moltissimo alle Iqos, quelle oggi in circolazione lanciate da Philip Morris nel 2017. Hanno il filtro più lungo del cilindretto di tabacco.

Il dispositivo Iqos che, 20 anni dopo, somiglia molto alle sigarette de Il quinto Elemento

Le sigarette di Bruce Willis ne Il quinto elemento (1997)

Tra il 1990 e i primi anni 2000 molti sono stati i  film che hanno previsto il futuro del nostro stile di vita. A volte sono semplici flash di sceneggiatori fantasiosi. Altre volte invece sono frutto di ricerche “rubate” a grandi centri scientifici come il Massachussetts Institute of Technology.

1990: l’auto che si guida da sola in Atto di Forza di Paul Verhoeven

L’immaginario cinematografico deve far ridere quindi l’auto che si guida da sola nel futuro in Atto di Forza è condotta da Johnny Cab, umanoide con una discreta faccia da pirla.

 

Johnny Cab, il conducente dell’auto in Atto di Forza con la sua tipica faccia da pirla

La Volvo a guida autonoma che ospita anche un letto

In realtà qualcosa di simile si era già visto in Blade Runner, cult del filone cyberpunk degli 80. Qui però Arnold Schwarzenegger che si muove tra una Sharon Stone manesca e donne con tre tette su Marte, fa già quello che si pensa presto faremo tutti: parla con un bot e gli dice dove deve andare. IOT e assistenti vocali previsti 28 anni fa.

Gli esperimenti fervono e tra qualche migliaio di schianti di prova l’obiettivo pare a portata di mano robotica.

Nel 2014 Google ha fatto da apripista con le auto driverless, poi sono scese in campo non solo le compagnie tech come Apple, Uber, Tesla ma anche le case automobilistiche (Fca, Audi, Bmw, Ford e General Motors

1990: Il body scanner prima dell’11 settembre in Atto di Forza di Paul Verhoeven

Citiamo ancora questa pellicola di culto  tra i film che hanno previsto il futuro per l’ottima resa del concetto di tecnologia per la sicurezza nei luoghi pubblici. I cattivoni del futuro sono ribelli e fanno tanti attentati, dunque stazioni e supermercati hanno controlli che somigliano molto a quelli messi in atto nei nostri aeroporti dopo le ondate di attacchi terroristici.

Il body scanner di Atto di forza (1990)

2002: le magie tecnologiche di Minority Report di Steven Spielberg

L’inizio del millennio regala con Minority Report una delle più ricche previsioni distopiche del cinema futuribile. La più evidente era l’uso del touch screen, una tecnologia allora in test al Mit ed entrata nella vita di tutti circa 6 anni dopo.

Il touch screen, visto per la prima volta in Minority Report

Il touch screen, visto per la prima volta in Minority Report

A parte la polizia predittiva, che in Minority Report ha un ruolo tanto fondativo per quanto oggettivamente fantascientifico. In ogni caso c’è da segnalare che la Carnegie Mellon University ha messo a punto il programma predittivo CrimeScan. 

Secondo uno studio di UpTurn riportato dalla Cnn, una ventina di grandi distretti di polizia Usa hanno adottato gli algoritmi predittivi.

Ma di certo tra i film che hanno previsto il futuro in questo c’è un altro elemento pazzesco: l’uso dei computer comandati a gesti da parte dell’investigatore Tom Cruise. Avete presente la Xbox e i suoi derivati?

Le interfacce dei computer a gesti e le applicazioni attuali al servizio di giochi, sport e salute

Le interfacce dei computer a gesti e le applicazioni attuali al servizio di giochi, sport e salute

Il computer a comando gestuale in Minority Report

Il computer a comando gestuale in Minority Report

1997: il corredo genetico di Gattaca di Andrew Niccol interpretato da Ethan Hawke, Uma Thurman e Jude Law

Che anno il 1997 per i film che hanno previsto il futuro! Con Gattaca il cinema previsionale inaugura il biopunk, filone distopico recentemente cavalcato con profitto da Black Mirror e Netflix. È ambientato in un futuro in cui chi è nato programmato geneticamente e chi è venuto al mondo con i geni naturali si combattono.

Ed eccoci tutti divisi in due categorie: i validi, cioè esseri perfetti geneticamente, che sono la nuova classe dirigente e i non validi,  destinati ai lavori più umili.

Oggi il prezzo per un test genetico è crollato ed è uno strumento che inquieta tutti: si può fare segretamente e potrebbe diventare uno strumento malefico in mano a uffici del personale o assicurazioni sanitarie.

E tu millennial che sogni una startup assumeresti un genio degli algoritmi sapendo che ha serie possibilità di sviluppare un cancro nei prossimi 10 anni?

1995: Strange Days, il millenarismo di fine millennio e l’intelligenza artificiale di Kathryn Bigelow e James Cameron

Altro capolavoro di una coppia d’oro del cinema: ambientato a Los Angeles durante gli ultimi giorni del 1999, ha per protagonista Lenny Nero, un ex-poliziotto che vive spacciando clips per il filo-viaggio. Ovvero esperienze di realtà virtuale con input sensoriali, come vista, udito, tatto ed olfatto. Insomma, qualcosa che somiglia molto a Oculus Rift by Facebook.

Il dispositivo per la realtà virtuale in Strange Days

Il dispositivo per la realtà virtuale in Strange Days

L'OCULUS rift by Facebook

L’OCULUS rift 2 by Facebook

1998: La realtà felice come su Instagram di Truman Show di Peter Weir

Tra i film che hanno previsto il futuro, un capolavoro distopico uscito quasi in contemporanea con la febbre dei reality show e dunque visionario. L’uomo cavia è lo stupendo Jim Carrey protagonista di una tranquilla vita idiallica in stile provincia americana.

L'orizzonte è di cartone e la barca di Truman lo fora con la prua: si smaschera il reality show

L’orizzonte è di cartone e la barca di Truman lo fora con la prua: si smaschera il reality show

La sua vita è tutta bellissima, mai un dolore, soltanto sole, tutti i bisogni primari soddisfatti, scenari fiabeschi diritto alla felicità garantito. Tutto falso. Però lui è vero e la vita fuori dal reality (non prevista) sarà un trauma.

Le condivisioni di una vita fantastica emozionante ma quasi mai reale: la sirena di Instagram

Le condivisioni di una vita fantastica emozionante ma quasi mai reale: la sirena di Instagram

E sì Truman Show ci ricorda molto l’entusiastica e metafisica condivisione sui social come Instagram di una vita che in realtà non abbiamo.

1997: Il trapianto di faccia di Face Off – Due facce di un assassino di John Woo con John Travolta e Nicolas Cage

Facce trapiantate per motivi criminali in Face Off

Facce trapiantate per motivi criminali in Face Off

Ebbene sì: concludiamo ancora con il 1997, anno top dei film che hanno previsto il futuro. Se il famoso trapianto di testa del 2017 in Cina pare sia un fake, abbiamo invece dettagli scientifici di trapiantati facciali a seguito di traumi a partire dal 2005. In questo film John Travolta e Nicholas Cage lo fanno per motivazioni più criminali. Però…

LEGGI ANCHE:

Come prendere Guerra e Pace in tv. Siamo seri?

Perché davanti a Temptation Island non riesci a cambiare canale?

Contro il logorio della censura dei social buttiamoci sulle porno parodie

Potrebbe interessarti

La Milano Fashion week settembre 2018 ha riaperto la piaga delle calze femminili
Moda
1 condivisioni56 visualizzazioni
Moda
1 condivisioni56 visualizzazioni

La Milano Fashion week settembre 2018 ha riaperto la piaga delle calze femminili

Anna Giulia Bevilacqua - 24 settembre 2018

Nel best of della Milano Fashion Week settembre 2018 rientrano di certo i collant della collezione Moschino realizzata da Jeremy…

Festival della Statistica: i millennial non si riproducono. Rischio estinzione
Famiglia
48 visualizzazioni
Famiglia
48 visualizzazioni

Festival della Statistica: i millennial non si riproducono. Rischio estinzione

The Millennialist - 24 settembre 2018

Andate, andate nei bordelli delle bambole di silicone: fra 100 anni in Italia ci saranno solo 16 milioni di abitanti…

Morire di Selfie: la storia del fotografo che decomponeva la gente
News
2 condivisioni151 visualizzazioni
News
2 condivisioni151 visualizzazioni

Morire di Selfie: la storia del fotografo che decomponeva la gente

Mordeicani Richler - 23 settembre 2018

Morire di selfie. Racconto su un fotografo che si è suicidato per immolarsi alla suprema arte dei Millennial. Giorgio era…