Catalogo dei MILLENNIAL #60: Alessandro Enriquez. La tua enciclopedia dei millennial

Avatar
9 Dicembre 2019
2034 Visualizzazioni

Chi è Alessandro Enriquez, il designer che ha fuso moda e fusilli

NOME Alessandro Enriquez
LUOGO NASCITA Palermo
DATA NASCITA 17 ottobre 1983
SETTORE Moda, Design, Giornalismo
NAZIONALITÀ Italiana
MILLENNIAL FACTOR Globale, Creativo, Sharing

Chi è

Colore, tanto colore. E poi fantasia e creatività. Perfette per un bambino. Magari per un eterno Peter Pan capace di volare agevolmente tra due mondi, facendoli incontrare e mescolandoli di continuo. Non è facile ingabbiare Alessandro Enriquez in un concetto, eclettico com’è. Designer, scrittore e tutte le sfumature alle quali questi due sostantivi possono rimandare: Alessandro è un moderno laboratorio di inventiva.

I risultati che oggi raccoglie, non solo con la sua 10×10 Anitaliantheory – dal nome del suo primo libro – ma anche con le diverse collaborazioni artistiche e adesso con la sua collezione personale, sono il frutto di un percorso accademico invidiabile. Laurea in lettere all’Università di Palermo, studi di fashion design al Central Saint Martin di Londra e all’Istituto Marangoni di Milano. E i primi incarichi fino ad approdare alla Costume National, forse il vero trampolino di lancio.

Mai un sentiero unico. Perfettamente nel suo stile, come sostiene lui stesso: «Sono strafottente, faccio a meno di intraprendere una strada unica». Un metodo indiscutibilmente millennial che nel suo caso funziona alla grande. Le vendite – in breve gli store più prestigiosi del pianeta gli hanno aperto le porte – e il conseguente fatturato continuano a dargli ragione.

Fidanzato da tempo con Amedeo Piccione, altro fashion designer di nuova generazione, Alessandro ha scelto come ‘casa’ l’urbe all’ombra della Madonnina ma non ha mai tagliato i ponti – anzi – con la sua terra e le sue origini. Sono loro la più intima fonte d’ispirazione per Enriquez. Il millennial riesce a incidere quel calore che porta dentro su tutti i tessuti che ‘passano’ sotto la sue mani. Dalla pelle delle sue borse ai prodotti nati da ogni altra sua collaborazione: dai cartoni animati dell’Universal, a partire da Woody WoodPecker, agli orologi da personalizzare con Swatch.

Alessandro Enriquez ama la cucina. Sui social, dove è una vera e propria star, lo ripete come un mantra. Una passione che il designer ha magistralmente tradotto nella linea con le stampe della pasta con la quale è riuscito a trasferire maccheroni, spaghetti e fusilli dalla tavola alla passerella. Un’opera di creatività apparentemente semplicissima che ha riscosso un successo clamoroso.

Ancora più strade che diventano una sola. È così, la fusione è nel suo destino e lo accompagna fin dalla nascita, figlio com’è di una Sicilia da sempre terra d’approdo per tanti popoli. Tra le righe del suo lavoro si scorge chiaramente l’influenza della mamma, italiana e amatissima, e del papà, tunisino ma di famiglia francese e spagnola. Enriquez non si ingabbia perché è un pentolone di terracotta dove ribolle il Mediterraneo.

Alessandro Enriquez sui social:

Instagram
Facebook

Leggi anche: